TOP

Carenza di ferro: mangia la carne rossa!

Carenza di ferro. Braccio di Ferro era ghiotto di spinaci per accrescere i suoi muscoli, ma gli spinaci non bastano per combattere l’anemia.

“Mangia la carne di cavallo che contiene tanto ferro”
“Mangia gli spinaci che contengono tanto ferro”
“Se non mangi la carne i tuoi bambini nascono anemici”
“Devi far mangiare ai bambini tanti spinaci e carne rossa perché hanno il ferro”
“Guarda che occhiaie che hanno, manca il ferro”

Mi sono sentita ripetere queste frasi per nove mesi di gravidanza, moltiplicati per 4 gravidanze e per 4 figli. Anche adesso che Benedetta ha solo 8 mesi il ritornello di nonne e zie, è iniziato.

Durante le gravidanze ho sempre sofferto di anemia gravidica, in maniera più importante con l’ultima gravidanza. Sono un soggetto anemico e non poteva essere diversamente. La mia ginecologa ha monitorato i valori e cercato di aiutarmi con integratori ma è stato tutto inutile, non li riesco a digerire. Dopo il parto di Benedetta i valori di emoglobina si sono abbassati talmente tanto che ho dovuto ricevere due trasfusioni.

Nonostante questo i miei figli stanno bene e io sto bene.

Durante le gravidanze mi sono informata molto sulla questione dell’anemia gravidica e sulle conseguenze che potesse avere sul feto. Ho chiesto al mio ginecologo, al pediatra e ho cercato in rete. Quello che ho capito è che non era colpa mia perché, mi hanno spiegato che, durante la gravidanza, è molto difficile raggiungere i livelli di ferro necessari solo con l’alimentazione. Ho cercato di sfatare le credenze popolari e familiari che solo con carne rossa e spinaci si potesse risolvere il problema della carenza di ferro e quindi evitare l’anemia, ma è stato inutile, non ci sentono.

Ancora oggi sono ripresa da nonne e zie perché non faccio mangiare tanta carne rossa ai miei bambini. Secondo loro dovrebbero mangiarla tutti i giorni. Propongo la carne al mio bambino secondo le indicazioni che mi ha dato il pediatra ed in generale circa 3 volte alla settimana (sia bianca che rossa), Braccio di Ferro è un valido aiuto per fargli mangiare la verdura in generale, ma non per aumentare l’apporto di ferro.

La questione della giusta alimentazione dei nostri figli è un argomento davvero molto delicato e purtroppo in rete, nelle nostre case, tra le cerchie di amici, le notizie sbagliate, i rimedi della nonna si moltiplicano e creano davvero molta confusione su ciò che giusto fare o non fare.

Al quarto figlio la situazione non cambia. Ho solo imparato a non fidarmi più di consigli e pareri che non arrivino da figure competenti. Per questo ho aderito con piacere al progetto “Nutripedia informati per crescere”, un nuovo percorso di informazione ed educazione alla corretta nutrizione di mamma e bambino durante la gravidanza e i primi anni di vita. Qui medici ed esperti in nutrizione offrono consigli e corrette indicazioni ai genitori, sfatando molti luoghi comuni che circolano in rete.

Adriana Fusè
http://www.ricominciodaquattro.com