TOP

Regole d’oro per lo svezzamento

Le raccomandazioni sullo svezzamento* devono tener conto di diversi fattori

  • Rispettare tradizioni e credenze del nucleo familiare conoscendo gli ambiti di accettabilità “scientifica”
  • Obiettivo desiderabile è l’allattamento al seno esclusivo per i primi 6 mesi di vita
  • Il divezzamento non deve avvenire prima del quarto mese e ritardato non oltre il sesto mese
  • Non adottare una prescrizione “farmacologica” di alimenti/dosi
  • Incoraggiare precoci esperienze con più alimenti nelle prime fasi del divezzamento
  • Alimenti energeticamente adeguati, dieta iperlipidica – normoproteica, rispettando i segnali di sazietà del bambino
  • Durante il periodo del divezzamento, migliorare lo stato marziale ( e cioè l’intake di ferro ) soprattutto nell’allattato al seno: il ferro deve derivare dagli alimenti introdotti con il divezzamento, che dovrebbero fornirne adeguata biodisponibilità (carne pesce o alimenti fortificati).
  • Promuovere fin dall’inizio del divezzamento l’assunzione di legumi, decorticati/privi di buccia per bilanciare alimenti di origine animale da quelli a prevalente origine vegetale
  • In soggetti geneticamente non predisposti introdurre il glutine glutine in qualsiasi momento dopo il 6 mese. Bisognerebbe evitare il consumo di elevate quantità durante le prime settimane dopo l’introduzione e durante l’infanzia;
  • Riguardo quando introdurre alimenti potenzialmente allergizzanti (come per esempio pesce ed uovo) la loro assunzione può avvenire in qualunque momento una volta che il divezzamento è iniziato, indipendentemente dalla modalità di allattamento e dal rischio atopico
  • Fare prevalere la varietà di sapori sulla preferenza per dolce e salato ( no a sale e zucchero aggiunti)
  • Promuovere una offerta varia di alimenti con differenti sapori, includendo anche verdure verdi, e di differente consistenza; a partire dagli 8 mesi aumentare le dimensioni del cibo offerto evitando di utilizzare in modo prolungato il cibo sotto forma di purea;
  • No bevande e succhi zuccherati
  • Promuovere l’assunzione di acqua

 

*Svezzamento è il termine comune per indicare la fase di passaggio da un’alimentazione esclusivamente lattea ad un’alimentazione semi-solida. Il termine scientificamente corretto è divezzamento o alimentazione complementare

 

 

Proseguendo con la navigazione su questo sito acconsentirai all'utilizzo dei cookies. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close