TOP

I prodotti fatti in casa e/ o quelli freschi sono i più sicuri

Esiste ancora una grande confusione sul tema: bisogna fare dei distinguo e specificare di cosa si tratta quando si parla di frutta e verdura convenzionale, biologica od omogeneizzata.

Frutta e verdura biologica sono ottenute con tecniche di coltivazione che escludono l’uso di pesticidi di sintesi. La certificazione biologica garantisce il metodo di coltivazione ma non il prodotto finale: significa che una contaminazione può essere sempre possibile a causa, ad esempio, dell’inquinamento ambientale o per la presenza di contaminanti “naturali” (micotossine, nitrati) così come a causa di trattamenti con pesticidi effettuati su coltivazioni convenzionali adiacenti a quelle biologiche.

Per quanto riguarda i limiti per micotossine e nitrati, i prodotti biologici e i corrispondenti prodotti convenzionali seguono le stesse disposizioni di legge. Bisogna però tenere a mente che si tratta di limiti fissati per l’alimentazione dell’adulto.

L’alimentazione del bambino è invece tutelata da una specifica regolamentazione. In particolare, la legge impone che gli omogeneizzati, e quindi il contenuto del vasetto, sia praticamente privo di pesticidi, e con livelli di micotossine e nitrati ben inferiori ai limiti fissati per gli alimenti freschi perché destinati a un consumatore particolare: il bambino.  Questa legislazione e in particolare queste regole sulla sicurezza valgono per tutti i prodotti destinati ai bambini fino ai 3 anni.

Proseguendo con la navigazione su questo sito acconsentirai all'utilizzo dei cookies. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close