TOP

Allattamento e luoghi comuni

Consigli per quando si allatta

Non fumare

La nicotina, oltre a diminuire la montata lattea, passa facilmente nel latte e agisce direttamente sul bambino rendendolo irritabile e insonne.

Non assumere farmaci senza il parere del medico

È una regola che vale sempre, ma a maggior ragione quando si allatta. Quasi tutti i farmaci, seppure in quantità minime, passano nel latte materano e non tutti i farmaci possono essere assunti da un bimbo così piccolo.

Moderare il consumo di bevande alcoliche ed eccitanti

Vino e birra vanno assunti a piccole dosi, altrimenti l’alcool passa nel latte con possibili effetti negativi sul bambino. L’Organizzazione Mondiale della Sanitàstabilisce per le donne una dose massima di 20 g al giorno (che consiste ad esempio in un bicchiere e mezzo di vino di gradazione media al giorno, da ingerire a stomaco pieno). No ai superalcolici. Lo stesso vale anche per il caffè: non più di 1 o 2 tazzine al giorno.

L’ingestione di elevate quantità di etanolo (maggiore di 1 g un’ora prima di allattare) riduce significativamente il riflesso di escrezione del latte. Il consumo di una birra (0,3 g/Kg di etanolo), per esempio, riduce l’apporto di latte nel neonato di circa il 20%.

Luoghi comuni da sfatare sull’allattamento a seno

Sull’allattamento al seno esiste un repertorio di convinzioni ingiustificate su come aumentare la produzione di latte o sugli effetti che allattare può avere sul corpo materno. È importante fin da subito ridimensionare alcune false credenze

  • Un seno piccolo produce poco latte: la produzione del latte non dipende affatto dalla forma o dal volume del seno. Chi ha un seno grosso ha solo più tessuto adiposo e connettivo, non per questo produce più latte.
  • Allattando i capelli diventano più fragili: i capelli risentono delle modificazioni ormonali che avvengono durante la gravidanza. Dopo il parto entrano in una fase naturale di “ricambio” che ne motiva una perdita maggiore. Questo accade a prescindere che si allatti o meno. Certo, l’allattamento al seno può far aumentare la caduta, ma non ne è la causa diretta. Non bisogna quindi preoccuparsi, i capelli ricresceranno belli e folti come prima.
  • Allattare rovina il seno: al contrario l’azione continua di svuotamento e riempimento del seno spesso si rivela una sorta di “ginnastica” naturale che ne migliora il tono e l’elasticità. E, aspetto ben più importante, diversi studi hanno dimostrato che allattare riduce il rischio di tumore al seno.
  • Bere tanto latte favorisce la produzione di latte: il latte è un alimento ottimo e bilanciato e potete continuare a berne in quantità se siete già abituate a farlo. Non bisogna iniziare a berne in maniera forzata se il farlo provoca difficoltà digestive e disturbi intestinali. Il fabbisogno di calcio durante il periodo dell’allattamento può essere adeguatamente soddisfatto anche da formaggi e yogurt.

La birra favorisce la produzione di latte: al contrario dosi elevate possono creare problemi al piccolo. Come tutti gli alcolici, anche la birra va assunta saltuariamente e a piccole dosi. Sicuramente importante bere acqua nei quantitativi adeguati rispetto i fabbisogni.

Proseguendo con la navigazione su questo sito acconsentirai all'utilizzo dei cookies. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close